Broker Forex: le mille e una scelta

Esistono una moltitudine di Broker Forex. Alcuni buoni. Altri meno buoni. Altri ancora totalmente cattivi. Ma come navigare nel mercato valutario? Come evitare truffe? Quale intermediario scegliere? Per prendere una decisione coerente, intelligente e produttiva, occorre innanzitutto riflettere sulle proprie esigenze. Fissato l’obiettivo, è poi possibile scegliere la strada giusta per raggiungerlo. Posto che la scelta della società attraverso la quale si andrà ad operare sul mercato valutario, è la primissima attività alla quale un neo trader deve dedicarsi. Poiché il mediatore finanziario fornisce l’accesso ai mercati, la formazione, e tutti gli strumenti indispensabili per guadagnare dagli investimenti.

Broker Forex: la regolamentazione, cos’è e come si valuta

Il mercato forex non è di per sé regolamentato. Con la crescita del settore è parallelamente anche cresciuta l’esigenza di trovare un modo comune che potesse tutelare, allo stesso tempo, le aziende di intermediazione, ma soprattutto i traders.

A tale scopo, diversi Paesi del mondo hanno stabilito delle norme divenute obbligatorie. E’ il caso dell’Europa, che con la direttiva MiFID ha imposto agli intermediari il rispetto di determinati criteri, nel fornire i propri servizi. Esistono enti ufficiali garanti del rispetto dei suddetti criteri. Tali istituzioni possono rilasciare licenze operative, ma anche revocarle.

In sostanza, l’Unione Europea ha voluto uniformare i mercati, ponendo l’obbligo della trasparenza informativa e della qualità dei servizi.

I vantaggi per gli investitori sono notevoli. Scegliendo un broker regolamentato ci si protegge matematicamente dal rischio di truffa. Si usufruisce di servizi efficienti. Si è tutelati dalla formula del conto segregato. Ci si affida, in conclusione, ad una azienda alla quale conviene che il proprio cliente abbia successo.

Investimenti online: i principale servizi dei migliori intermediari sul web

Premesso il primo fondamentale step, ovvero quello della legalità, si potrà dunque andare ad esaminare, nel dettaglio, l’offerta dell’intermediario.

I migliori mediatori finanziari devono innanzitutto offrire la possibilità di investire sulle principali coppie di valute mondiali.

Per eseguire un ordine, è ovviamente necessario aprire un conto ed effettuare un primo deposito obbligatorio. Si tratta di cifre che difficilmente superano i 200 euro.

Un buon intermediario consente ai propri clienti anche l’accesso ad una sezione formativa e ad un conto virtuale. Per consentire al trader di acquisire un buon grado di esperienza, prima di mettere in campo i propri soldi.

Vi è poi la leva finanziaria, la piattaforma di trading, l’eventuale applicazione mobile, gli spreads o le commissioni, bonus e incentivi e l’assistenza. Come premesso, il miglior broker forex è quello che più soddisfa le proprie personali esigenze. Dopo un’attenta valutazione dell’offerta completa e di tutti i termini e le condizioni di utilizzo del sistema.