Un Posto al sole, la soap partenopea

Un Posto al sole è una popolare soap opera partenopea che ha recentemente raggiunto la meritata soglia dei 20 anni di messa in onda. Un traguardo eccezionale per un prodotto televisivo italiano complice un successo quotidiano e costante, che tiene incollati più di 2 milioni di telespettatori al giorno.

Uno dei meriti di questa soap made in italy è senza dubbio la costruzione della sua trama mai scontata e banale, capace di condensare in un unico canovaccio gli stilemi della soap ma anche quelli del poliziesco e della commedia all’italiana. In effetti in Un posto al sole convivono varie anime che hanno lo scopo di equilibrare i momenti melodrammatici tipici delle telenovela. I personaggi principali vivono all’interno di un palazzo aristocratico che affaccia sul Golfo di Napoli in un quartiere chic della città come Posillipo.

Le loro storie si intrecciano con i fatti e gli eventi che accadono quotidianamente nella città. In questo modo la realtà di tutti i giorni diventa motivo di analisi, confronto e riflessioni tra i vari inquilini del palazzo. Ognuno porta il suo personale punto di vista su come combattere la criminalità della città: dal giornalista Michele sempre pronto a parlare in nome dei più deboli al portiere Raffaele capace di trovare sempre una motivazione bonaria e ludica alle strane consuetudini della città, dalla dottoressa Ornella che combatte quotidianamente con episodi di malasanità all’ispettore Giovanna che cerca costantemente di instillare nella comunità una fiducia genuina e spontanea verso le forze dell’ordine.

Di conseguenza accanto ai temi tipici della soap opera si intersecano anche argomenti differenti di grande impatto sociale, attinti dall’attuale cronaca nera cittadina passando dalla camorra al precariato, dalla tossicodipendenza all’usura e così via. Queste tematiche a volte fin troppo serie vengono alleggerite da episodi ludici e surreali che hanno il poter di equilibrare la tensione narrativa di alcune puntate cardine.
Fonte: http://anticipazioni.org/un-posto-al-sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *